StatiUniti e i grandi parchi

L’avventura invernale tra i grandi parchi americani

info: +39 351 2171890‬

PREZZO

€ 2.590,00

}

ETA'

18 – 40 anni

Partenze 2019

15 – 27 Febbraio

s

Condizione Fisica

Facile

€ 2.590

Programma di Viaggio
 
Giorno 1 
Partenza dall’Italia con volo di linea, atterreremo su suolo americano in quella che viene considerata da molti la città della perdizione, Las Vegas. Noleggeremo i nostri van e ci allontaneremo subito da ogni tentazione facendo strada verso la Death Valley.
 
Giorno 2

Death Valley National Park. Il nome stesso di questo parco nazionale (Valle della Morte) evoca un luogo infernale, arido e senza vita. Invece, a un’occhiata più attenta si scopre che qui la natura ha messo in scena un vero e proprio spettacolo coreografico con canyon scolpiti dall’acqua, dune di sabbia, accarezzate dal vento, oasi ombreggiate dalle palme, montagne erose dalle intemperie e un’incomparabile varietà di flora e fauna. Questa è una terra di superlativi: detiene infatti il primato della temperatura più alta registrata negli Stati Uniti (57°C), del punto più basso e del parco più grande se si esclude l’Alaska. 

Dormiremo a Lone Pine e fidatevi, qui vi sembrerà di essere in un film western.

 
Giorno 3 
Le colline e le montagne a far da cornice, una zona trascurata dalla maggior parte dei viaggiatori ma non da noi, trascorreremo la mattinata qui godendoci gli scorci migliori e scattando bellissime fotografie.
Al pomeriggio ci prendiamo del tempo per fare un po’ di strada attraversando zone desertiche per raggiungere Twentynine Palms.
 
Giorno 4

Ci troviamo ora alle porte del Joshua Tree National Park, dove potremo ammirare dei bizzarri alberi che crescono in questo parco nel deserto. Di nuovo in strada al pomeriggio ci spostiamo in direzione Slab City per raggiungere Salvation Mountain. Luogo divenuto famoso dopo l’uscita nelle sale del film ormai cult per tutti i viaggiatori, Into the Wild. Ancora strada per noi, la Route 66 ci aspetta.

 
Giorno 5 

Route 66 la strada più famosa al mondo. Questo nastro d’asfalto fu la prima strada a collegare Chicago e Los Angeles nel lontano 1926. Lungo il tragitto s’incontrano insegne al neon, motel, dine e drive-in. Nel 1984 la strada è stata rimpiazzata per un lungo tratto dalla I-40, ma molti dei suoi punti di riferimento originali sono ancora lì e percorrere la Route 66 oggi, tutta o anche solo in parte come faremo noi, significa intraprendere un viaggio attraverso la provincia degli Stati Uniti e scoprire il volto nostalgico di ieri.

 
Giorno 6

A catturare l’attenzione è soprattutto la sua straordinaria immensità, poi si notano i tormentati strati di roccia che invitano a dare un’occhiata da vicino. Infine un tocco artistico di Madre Natura: aspri altopiani, pinnacoli che si sgretolano, creste color porpora che ammaliano e incantano man mano che le ombre si allungano sulle rocce. Ci avventureremo su un percorso a ridosso del South Rim. Benvenuti al Grand Canyon!

Notte in uno dei posti più suggestivi del pianeta la Monument Valley.

 
Giorno 7

Alba a monument, colazione giro nella monument , forrest gump, mexican hut, strada verso arches, con prima visita al parco
Sveglia all’alba per ammirare il sole nascere alle spalle della Monument Valley, un caffè per risvegliarci e via verso il Forrest Gump point ed il Mexican Hut. Maciniamo un po’ di chilometri verso il nostro prossimo obiettivo, Arches National Park.

Dormiremo subito fuori dal parco.

 
Giorno 8

Al mattino mettiamo le scarpe comode e ci incamminiamo verso il Delicate Arch, l’arco più famoso di tutto il parco.

Pomeriggio sbarchiamo su Marte, sbarchiamo al Canyonlands. No, non è un parco divertimenti ma è un parco nazionale qui faremo una facilissima camminata fino al Mesa Arch e Island in the Sky in punti più famosi del parco.
Come ogni viaggio on the road che si rispetti maciniamo ancora chilometri direzione Page

 
Giorno 9

Antelope Canyon, uno dei posti più suggestivi del nostro pianeta, se non lo conoscete non cercatelo su internet, lasciatevi stupire dalla scoperta in prima persona, se proprio non resistete per la curiosità vi capisco, non preoccupatevi! A pochi minuti di van un altro punto panoramico unico nel suo genere, Horseshoe Band.

Ci spostiamo in serata verso l’abitazione dei prossimi giorni, una super villa in stile americano!

 
Giorno 10

E’ la volta di Bryce Canyon, con i suoi famosi “hoodoos”, pinnacoli veramente singolari scolpiti da fenomeni di erosione. Il Bryce non è un vero è proprio canyon, piuttosto le suo forme ricordano una serie di anfiteatri naturali scolpiti nella roccia.

Sera in villa

 
Giorno 11
Qui i più coraggiosi potranno affrontare il vertiginoso Angel’s Landing Trail o girare il parco in tutti i suoi meravigliosi punti panoramici.
Verso sera ci spostiamo verso il nostro punto di partenza, Las Vegas!
Dopo una buona cena e lo spettacolo delle fontane del Bellagio tutti liberi, Vegas vi attende!
 
Giorno 12
Contiamo i sopravvissuti alla notte e salutiamo gli Stati Uniti salendo su un volo che ci riporta a casa.
PROGRAMMA DI VIAGGIO
Giorno 1 
Partenza dall’Italia con volo di linea, atterreremo su suolo americano in quella che viene considerata da molti la città della perdizione, Las Vegas. Noleggeremo i nostri van e ci allontaneremo subito da ogni tentazione facendo strada verso la Death Valley.
 
Giorno 2

Death Valley National Park. Il nome stesso di questo parco nazionale (Valle della Morte) evoca un luogo infernale, arido e senza vita. Invece, a un’occhiata più attenta si scopre che qui la natura ha messo in scena un vero e proprio spettacolo coreografico con canyon scolpiti dall’acqua, dune di sabbia, accarezzate dal vento, oasi ombreggiate dalle palme, montagne erose dalle intemperie e un’incomparabile varietà di flora e fauna. Questa è una terra di superlativi: detiene infatti il primato della temperatura più alta registrata negli Stati Uniti (57°C), del punto più basso e del parco più grande se si esclude l’Alaska. 

Dormiremo a Lone Pine e fidatevi, qui vi sembrerà di essere in un film western.

 
Giorno 3 
Le colline e le montagne a far da cornice, una zona trascurata dalla maggior parte dei viaggiatori ma non da noi, trascorreremo la mattinata qui godendoci gli scorci migliori e scattando bellissime fotografie.
Al pomeriggio ci prendiamo del tempo per fare un po’ di strada attraversando zone desertiche per raggiungere Twentynine Palms.
 
Giorno 4

Ci troviamo ora alle porte del Joshua Tree National Park, dove potremo ammirare dei bizzarri alberi che crescono in questo parco nel deserto. Di nuovo in strada al pomeriggio ci spostiamo in direzione Slab City per raggiungere Salvation Mountain. Luogo divenuto famoso dopo l’uscita nelle sale del film ormai cult per tutti i viaggiatori, Into the Wild. Ancora strada per noi, la Route 66 ci aspetta.

 
Giorno 5 

Route 66 la strada più famosa al mondo. Questo nastro d’asfalto fu la prima strada a collegare Chicago e Los Angeles nel lontano 1926. Lungo il tragitto s’incontrano insegne al neon, motel, dine e drive-in. Nel 1984 la strada è stata rimpiazzata per un lungo tratto dalla I-40, ma molti dei suoi punti di riferimento originali sono ancora lì e percorrere la Route 66 oggi, tutta o anche solo in parte come faremo noi, significa intraprendere un viaggio attraverso la provincia degli Stati Uniti e scoprire il volto nostalgico di ieri.

 
Giorno 6

A catturare l’attenzione è soprattutto la sua straordinaria immensità, poi si notano i tormentati strati di roccia che invitano a dare un’occhiata da vicino. Infine un tocco artistico di Madre Natura: aspri altopiani, pinnacoli che si sgretolano, creste color porpora che ammaliano e incantano man mano che le ombre si allungano sulle rocce. Ci avventureremo su un percorso a ridosso del South Rim. Benvenuti al Grand Canyon!

Notte in uno dei posti più suggestivi del pianeta la Monument Valley.

 
Giorno 7

Alba a monument, colazione giro nella monument , forrest gump, mexican hut, strada verso arches, con prima visita al parco
Sveglia all’alba per ammirare il sole nascere alle spalle della Monument Valley, un caffè per risvegliarci e via verso il Forrest Gump point ed il Mexican Hut. Maciniamo un po’ di chilometri verso il nostro prossimo obiettivo, Arches National Park.

Dormiremo subito fuori dal parco.

 
Giorno 8

Al mattino mettiamo le scarpe comode e ci incamminiamo verso il Delicate Arch, l’arco più famoso di tutto il parco.

Pomeriggio sbarchiamo su Marte, sbarchiamo al Canyonlands. No, non è un parco divertimenti ma è un parco nazionale qui faremo una facilissima camminata fino al Mesa Arch e Island in the Sky in punti più famosi del parco.
Come ogni viaggio on the road che si rispetti maciniamo ancora chilometri direzione Page

 
Giorno 9

Antelope Canyon, uno dei posti più suggestivi del nostro pianeta, se non lo conoscete non cercatelo su internet, lasciatevi stupire dalla scoperta in prima persona, se proprio non resistete per la curiosità vi capisco, non preoccupatevi! A pochi minuti di van un altro punto panoramico unico nel suo genere, Horseshoe Band.

Ci spostiamo in serata verso l’abitazione dei prossimi giorni, una super villa in stile americano!

 
Giorno 10

E’ la volta di Bryce Canyon, con i suoi famosi “hoodoos”, pinnacoli veramente singolari scolpiti da fenomeni di erosione. Il Bryce non è un vero è proprio canyon, piuttosto le suo forme ricordano una serie di anfiteatri naturali scolpiti nella roccia.

Sera in villa

 
Giorno 11
Qui i più coraggiosi potranno affrontare il vertiginoso Angel’s Landing Trail o girare il parco in tutti i suoi meravigliosi punti panoramici.
Verso sera ci spostiamo verso il nostro punto di partenza, Las Vegas!
Dopo una buona cena e lo spettacolo delle fontane del Bellagio tutti liberi, Vegas vi attende!
 
Giorno 12
Contiamo i sopravvissuti alla notte e salutiamo gli Stati Uniti salendo su un volo che ci riporta a casa.
ALTRE INFO - Clicca qui
COSA E’ INCLUSO:
Ho studiato un pacchetto di 2590 euro
 
La quota comprende:
  • Volo intercontinentale con scalo da/per Roma o Milano
  • Trasporto in Mini Van per tutta la durata del viaggio
  • Spese benzina e pedaggi incluse
  • Tutti i pernottamenti in Motel in camera doppia e appartamenti condivisi con gli altri partecipanti
  • Biglietti d’ingresso per tutti i Parchi Nazionali
  • Assicurazione medico e bagaglio
  • Polizza di annullamento
  • Tasse aeroportuali

 

La quota non comprende:

  • Pasti
  • Ingresso ai due parchi Navajo (Monument Valley 10$ e Antelope 49$)
  • ESTA
  • Tutto quello non espressamente indicato ne “La quota comprende”
 
COME PRENOTARE

Prenotare è semplicissimo! 

Bastare andare nella sezione “PRENOTA SUBITO” e sarete reindirizzati sul nostro nuovo tour operator “SI VOLA” tramite il quale sarà possibile effettuare la prenotazione.

POSTI DISPONIBILI

€ 2.590

SCRIVI E PARTI

13 + 1 =

Le Esperienze dei nostri viaggiatori

  • Uno dei viaggi più belli della mia vita. L'Islanda è stupenda, una terra affascinante. L'organizzazione è stata perfetta, è il primo viaggio che facevo con un gruppo di sconosciuti e mi sono affezionato a tutti adesso ho altri amici sparsi per l'Italia. La cosa più bella che mi porterò dentro oltre i paesaggi bellissimi è la passione con cui Carlo parla dell'Islanda, non smette di stupirsi dopo anni che accompagna gruppi. Mi sono divertito tantissimo e sto già pensando al prossimo viaggio da fare con Carlo. GRAZIE Italian? yessss

    thumb Christian Ossarg
    2/20/2019
  • Vedere l'Islanda era sulla lista delle cose da fare nella vita. Penso che non avrei potuto avere di meglio. Il programma presentato prima del viaggio è stato rispettato, l'organizzazione era perfetta e Carlo è stato un accompagnatore ottimo, preparato ed in grado di trasmettere tutto il proprio amore per questa terra fantastica e mistica. Siamo stati solo una settimana ma in Islanda penso si possa trovare tanto, anche dentro se stessi. È veramente una terra particolare, con un tempo lunatico che non ti fa annoiare mai. Ogni posto è diverso dal precedente e ogni emozione è unica. Sono stata fortunata a trovare una compagnia ottima, tutti i compagni di VIAGGIO hanno reso ogni momento unico. C'è stato da ridere e da piangere dalle emozioni, mi sono stati offerti momenti di gruppo ma anche momenti che ho vissuto con me stessa. All'inizio ero un po' preoccupata di partire da sola...ma nemmeno un momento ho avvertito la solitudine grazie a tutti quelli che erano con me. Consiglio vivamente a chiunque, solo o in compagnia, di partire con "italian? yes" e con Carlo senza il quale il viaggio non avrebbe lo stesso stupore. Ringrazio tutti i miei compagni e amici di aver reso tutto più magico e di avermi fatto ridere come non mai. Serena

    thumb Senni Penni Ciuby Stout
    2/19/2019
  • Sono appena tornata da una stupenda settimana in Islanda con Italian? Yes. È stata una esperienza bellissima che mi sento di consigliare a chiunque ami l'avventura. Da sempre sognavo di fare un viaggio nella natura selvaggia dell'Islanda e grazie a Italian? Yes ho potuto realizzare il mio sogno. L'Islanda è una terra unica che offre paesaggi di rara bellezza, una meta obbligatoria per gli amanti della fotografia e non solo. Viverla con Italian? Yes è stato un valore aggiunto perché mi ha permesso di conoscere tantissime persone con le quali ho condiviso momenti unici, come vedere l'aurora boreale o camminare davanti al ghiacciaio più grande d'Europa. È stato davvero come vivere in un sogno. Se ho potuto vivere tutto questo è stato grazie a Carlo Laurora, non solo una guida professionale e preparata ma prima di tutto un ragazzo come noi pronto a emozionarsi davanti a tanta bellezza. È stato senza dubbio il miglior viaggio della mia vita e sicuramente ne farò altri con Italian? Yes

    thumb Giulia Dallai
    2/19/2019
  • Volevo fare un viaggio che mi facesse riprendere in mano la mia vita è così ho deciso di andare in Islanda con i viaggi organizzati da Carlo J Laurora, consigliatomi da un amico di mio fratello, che era partito con lui per ben due volte. Beh, cosa dire....sono stato in parecchi posti ma questo è stato il viaggio (non chiamatela vacanza per favore!!) migliore che io abbia mai fatto fin'ora. L' Islanda è una terra meravigliosa, capace di sorprenderti in qualsiasi momento e di lasciarti senza fiato per la bellezza della sua natura incontaminata. Carlo ci ha guidati per tutto il tempo con una sicurezza disarmante, senza farci mai sentire in pericolo, attraverso qualsiasi condizione climatica, superando anche una tempesta di vento e neve che è arrivata all'improvviso durante il nostro ultimo giorno. Il tutto accompagnato da una grande allegria e tanto divertimento. Abbiamo visto tutti i posti descritti nel programma e la sera, le volte in cui abbiamo cenato nei cottage, ha cucinato lui in maniera ottimale per tutti noi. Senza conoscere nessuno, mi sono sentito parte di una grande famiglia già dal primo giorno. Abbiamo creato un bellissimo gruppo nel quale abbiamo condiviso emozioni forti, scherzato in ogni momento della giornata e riso a crepapelle. Sono nate delle belle e grandi amicizie che spero con tutto il cuore continueremo a coltivare nel tempo. Consiglio vivamente a tutti di andare in Islanda e di viaggiare con Italian?Yes, è una di quelle esperienze da fare almeno una volta nella vita. Carlo J Laurora è il top!!! Un enorme grazie a lui e a tutti i miei compagni di avventura per avermi fatto vivere questa magnifica esperienza. I love Iceland ?? SIGNORI....SI SVOLAZZA!!!

    thumb Antonio De Lillo
    2/19/2019
  • 5 star review  Mi sono fatta un regalo per il mio compleanno, nella speranza che fosse un viaggio stupefacente......ho chiesto a Carlo avventura e magia, mi ha risposto "l'Islanda è il posto giusto"......promessa mantenuta. Una settimana di pura emozione, di spazi immensi, energici, di quello che ti aprono il cuore.....ma quello che non sapevo era che i miei compagni di viaggio avrebbero reso il tutto ancora più ricco...divertimento puro, risate fino alle lacrime, unione, condivisione, follie. Sono partita da sola ma in nessun momento mi sono sentita tale. Sono nate amicizie che farò in modo di non mollare piu! Sotto l'ala di Carlo J Laurora, tutto è andato liscio, è riuscito a farci visitare tutti i posti dell'itinerario stabilito, siamo usciti sani e salvi da una tempesta, è anche in grado di predire l'apparizione dell'aurora!! Vi giuro!!! E cucina per tutti quando si mangia a casa..... Con lui ci manderei anche i miei figli in viaggio....e con questo ho detto tutto!!!!! Non c'è stato un solo momento brutto, davvero!!!!! Andate in Islanda...... Viaggiare con Italian yes...... SI SVOLAZZA SIGNORI!!!!! AI MIEI COMPAGNI DI VIAGGIO GRAZIEEEEEEEEEEEEEEE LORI

    thumb Rodoligo Loredana
    2/18/2019
  • Un viaggio semplicemente pazzesco! Un itinerario ricco di tappe ci ha portati lungo tutto il sud dell'Islanda, facendoci scoprire posti meravigliosi. Carlo è stata una guida fantastica, preparatissima e unica in quanto ha saputo transmetterti il suo amore per questo paese giorno dopo giorno, chilometro dopo chilometro, portandoci in luoghi indimenticabili. I ragazzi del gruppo sono stati la ciliegina sulla torta. Li adoro! Di viaggi ne farò molti altri ma le emozioni di questo saranno difficili da superare. Viaggiate con Italian?Yes, non ve ne pentirete!!!

    thumb Daniela Dusic
    2/18/2019
  • Carlo è stato un' ottima guida, preparato ed è stato in grado di farci vedere tantissime cose in poco tempo. È stata una esperienza unica e indimenticabile. La consiglio a chiunque. E consiglio a chiunque di viaggiare con Italian? Yes, poiché le emozioni condivise sono le più belle. Siamo tornati tutti sani e salvi nonostante i mille pericoli in cui ci saremmo potuti imbattere, e questo solo grazie alla nostra guida. Che dire, senza dubbio il più bel viaggio (guai a chi parla di vacanza!) della mia vita. Lo rifarei mille volte, insieme a Carlo e ai miei fantastici compagni di avventura.

    thumb Camilla Vittoria Galas
    2/18/2019
  • Il viaggio in Islanda con Carlo è stato il più bello che abbia mai fatto. Ero già consapevole di andare a visitare un posto magico e unico al mondo, quale l'Islanda è, in compagnia delle mie amiche di una vita, ma il tutto è stato reso speciale dai ragazzi del gruppo con cui è nata subito una grande intesa e dalla guida di Carlo sempre decisa, ricca di informazioni, raccomandazioni e tanta tanta simpatia. A chiunque visiti l'Islanda in inverno raccomando di andare con lui, perché è realmente preparato e abituato ai pericoli che l'Islanda può offrire. Che dire, non è da tutti saper essere sempre nel posto giusto al momento giusto e soprattutto riuscire a trasmettere l'amore per questa terra a un gruppo di sconosciuti che a mano a mano diventano amici. Tanta stima ❤️

    thumb Mariachiara Vannucci
    2/18/2019
  • Il più bel viaggio della mia vita, senza dubbio. L’Islanda è un posto magico, in cui si alternano paesaggi completamente diversi tra loro ma tutti ugualmente meravigliosi, in cui un attimo prima c’è una calma piatta accompagnata dal sole, e l’istante dopo venti fortissimi portano con loro la neve. Non mi ero mai affascinato così tanto dinanzi alla natura e non avevo mai percepito una tale energia prima. La vera forza di questo viaggio, però, è stata senz’altro il gruppo: non smetterò mai di ringraziare Carlo per avermi dato la possibilità di condividere tutto questo con quella che è stata a tutti gli effetti una famiglia sin dal primo giorno, per essere riuscito a trasmettermi quella voglia di scoprire, di conoscere, di emozionarmi davanti alla natura sconfinata. Consiglio a chiunque di viaggiare con Italian?Yes, perché non c’è altro modo di provare certe emozioni se non con un gruppo così. ?

    thumb Marco Iacobucci
    2/18/2019
  • Avevo già fatto viaggi di gruppo, sono partita un po' dubbiosa inizialmente, invece Carlo l'aurora si é rivelato fantastico sotto tutti i punti di vista... E l'Islanda vale la pena essere visitata con una persona esperta come lui, che fa emozionare ogni volta e trasmette le sue emozioni anche a noi. VIAGGIO FANTASTICO!!!!! GRANDE HARLO E COMPLIMENTI A ITALIAN YESSSS. SI SVOLAZZAAAA!!!!

    thumb Elisa Brachetti
    2/15/2019